News

Check out market updates

Case prefabbricate antisismiche in acciaio in Abruzzo

Idea Building costruisce case prefabbricate antisismiche in acciaio in Abruzzo.

Una delle massime priorità per chi intende realizzare un’abitazione sul territorio italiano è quella di far sì che la struttura possa dotarsi di tutti gli adeguati criteri di antisismicità. Questo perchè l’Italia è tristemente nota per il suo elevatissimo livello di sismicità: molto spesso, infatti, il Belpaese è funestato da violente scosse di terremoto, che provocano disastri nei centri colpiti e causano morti e feriti. Ecco perchè è essenziale che una casa possa garantire la massima sicurezza a chi la abita, consentendo alle persone di restare incolumi durante un evento sismico e di poter abbandonare facilmente l’edificio (e possibilmente, di farvi ritorno nel più breve tempo possibile).

Una soluzione indispensabile in Abruzzo, dove nell’ultimo decennio il terremoto si è fatto sentire con tutta la sua forza. Già nel 2009, in seguito al devastante sisma che distrusse L’Aquila e il suo comprensorio, furono predisposte delle misure abitative caratterizzate dalle cosiddette piastre antisismiche: il progetto C.A.S.E., con l’acronimo che sta per “Complessi Antisismici Sostenibili ed Ecocompatibili”, ma anche i M.A.P., ovvero i Moduli Abitativi Provvisori. Alloggi destinati ad ospitare un gran numero di persone: il terremoto aveva devastato un’area dove vivevano circa 100.000 persone.

Anche i terremoti del biennio 2016-2017 hanno interessato l’Abruzzo, direttamente e indirettamente. In particolare le aree comprese tra le province di L’Aquila e Teramo, che prima hanno risentito degli effetti delle scosse di Amatrice e Norcia, e nel gennaio 2017 hanno pagato dazio in maniera ancora più pesante con gli eventi sismici di Montereale. A differenza del terremoto del 2009, qui le soluzioni abitative sono ancora molto poche. Ma quale può essere un’ottima possibilità di abitazione per le popolazioni abruzzesi, spesso interessate da scosse sismiche?

Da qualche tempo sta prendendo sempre più piede l’utilizzo dell’acciaio come materiale per la realizzazione di case antisismiche. Questo perchè le tecniche utilizzate fino ad oggi fanno emergere numerose criticità: le strutture in mattoni, soprattutto, ma anche quelle in cemento armato, che adottano un comportamento meno e­fficiente poiché realizzate, in genere, sfruttando uno schema statico e non elastico. L’acciaio, invece, consente alla struttura di dissipare l’energia rilasciata dal terremoto. Questa tipologia di materiale consente infatti alle strutture di assorbire l’energia sismica, utilizzando le elevate riserve plastiche tipiche dell’acciaio: inoltre, vengono utilizzati dettagli costruttivi molto più economici rispetto a quelli necessari per tirar su una struttura in cemento armato, che risulta quindi più onerosa e meno sicura.

E non è tutto. Le strutture in acciaio sono caratterizzate da pesi strutturali decisamente inferiori rispetto alle analoghe soluzioni in calcestruzzo prefabbricato. Questo significa che l’entità delle forze inerziali generate dal sisma sulla struttura viene considerevolmente abbassata, risultando quindi molto meno “devastante” e garantendo al contempo una migliore capacità di dissipazione dell’azione sismica.

Ultimamente, la tecnica denominata “steel frame” si sta facendo sempre più largo nella realizzazione di case in acciaio. In Paesi come USA, Canada, Giappone e Australia è già molto diffusa, mentre in Italia è ancora agli albori. Con la tecnologia “steel frame” si provvede a realizzare in acciaio non l’intera struttura, ma bensì la “cornice”: struttura portante, i solai e le strutture di sostegno dell’edificio sono realizzati con profili in acciaio. Alla base di questo sistema abbiamo dei nastri in acciaio zincato che vengono piegati a freddo per ottenere profili di forme e dimensioni diverse, che saranno poi assemblati in officina o direttamente in cantiere.

I vantaggi della tecnologia “steel frame” sono molti, a cominciare dai ridotti tempi per la realizzazione dell’edificio e dalla grande efficienza energetica. Ma l’asso nella manica è proprio la capacità di garantire una struttura leggera, resistente ed elastica, che assicura un elevato grado di sicurezza in caso di terremoti, con l’assorbimento delle vibrazioni sismiche.