News

Check out market updates

Bioedilizia Emilia Romagna, quali le migliori tecnologie sul mercato?

Idea Building, con sede in Emilia Romagna, costruisce case in bioedilizia in acciaio.

Il concetto di bioedilizia si sta fortunatamente estendendo in molte aree del pianeta, specialmente quelle che sono maggiormente soggette a fenomeni naturali, che diventano in alcuni casi veri e propri cataclismi. Oltre alla grande sicurezza, per scegliere una nuova abitazione ci si basa molto anche sull’impatto ambientale. Le pratiche edili moderne, infatti, devono necessariamente puntare ad una netta riduzione dell’impatto che le costruzioni hanno sull’ambiente, anche per via di leggi sempre più stringenti in merito.

La sicurezza, invece, è una caratteristica che la casa in bioedilizia garantisce a pieno, specialmente quella che prevede una struttura in acciaio, la migliore per ottenere comfort abitativo, risparmio energetico, rispetto dell’ambiente e incolumità di chi la abita nell’eventualità si verifichino situazioni particolari come terremoti, ma anche uragani, ecc… Non solo: la casa in acciaio permette di usufruire di una struttura ecosostenibile e compatibile, che nel tempo non necessita di ristrutturazioni dovute all’usura dei materiali impiegati.

Sebbene quando si fa riferimento alle case in bioedilizia si tenda a pensare molto spesso al legno, va precisato che l’acciaio non ha nulla da invidiare a questo materiale: si tratta in entrambi i casi di soluzioni eccellenti. A volte l’acciaio viene considerato poco funzionale a quelle che possono essere le esigenze di un utente, a cominciare dalla sicurezza in caso di eventi sismici. Quest’ultimo aspetto è ovviamente tenuto in forte considerazione in un territorio come quello italiano, in larghissima parte soggetto a terremoti anche molto forti e distruttivi. Un’esigenza che si avverte molto anche in una regione come l’Emilia Romagna, funestata dagli eventi sismici del 2012 che hanno colpito non solo la popolazione, ma anche il tessuto produttivo.

Molte persone si stanno orientando sulla bioedilizia in acciaio, perchè questo materiale ha tra le sue peculiarità proprio la garanzia di antisismicità grazie alla capacità di sopportazione dell’energia meccanica che può sprigionarsi in caso di terremoto. In sostanza l’energia prodotta dal sisma viene dissipata dall’acciaio, che consente all’intera struttura di reagire in maniera molto elastica e di preservare l’incolumità di coloro che vivono all’interno della casa prefabbricata.

Ma la popolazione dell’Emilia Romagna può orientarsi sulle case in bioedilizia solo perchè estremamente sicure? Diciamo che questo rappresenta senza ombra di dubbio l’aspetto principale, ma è opportuno fugare tutti i dubbi sulle altre questioni, a cominciare dal design. Le case realizzate con questa tipologia costruttiva, infatti, possono diventare delle vere opere architettoniche che vanno a soddisfare totalmente le funzionalità e i desideri espressi dall’acquirente. Un obiettivo possibile, in quanto un’altra strepitosa caratteristica dell’acciaio è proprio la versatilità, che gli permette di “armonizzarsi” perfettamente anche con altri materiali, compresi quelli di indubbio pregio, come marmi, vetro, il legno stesso, ecc…

E per quanto riguarda il comfort abitativo? La risposta che può offrire la bioedilizia in acciaio è di grandissima qualità, a cominciare da un eccellente isolamento termo-acustico e un ambiente domestico più salubre. Inoltre questa soluzione abitativa garantisce un notevole risparmio energetico, grazie all’utilizzo di fonti rinnovabili che consentono di rispettare pienamente l’ambiente circostante: anche qui un aspetto importante per una regione come l’Emilia Romagna, senz’altro di rilievo anche dal punto di vista paesaggistico e naturale.

Infine c’è un altro particolare che viene citato spesso per ultimo ma non per questo è meno importante. I tempi di realizzazione delle case in bioedilizia sono decisamente più contenuti rispetto a quelli che servono per costruire abitazioni in cemento armato o muratura. Si calcola che per completare la realizzazione di una casa in acciaio serva da un minimo di tre ad un massimo di sei mesi: un vantaggio che può diventare decisivo in un territorio dove urge accelerare i tempi come le zone dell’Emilia Romagna recentemente colpite dal sisma. Questa strepitosa celerità, dovuta soprattutto alla possibilità di procedere ad un pre-assemblaggio delle componenti in officina, comporta ovviamente un netto risparmio nei costi complessivi, a cominciare dalle spese di cantiere (utenze comprese), che sono ovviamente più basse.

Naturalmente, la ditta esperta e qualificata provvederà ad eseguire su tutte le strutture delle prove sperimentali per il controllo in opera delle membrature portanti, garantendo la qualità e la durevolezza dei materiali e, quindi, dell’intera abitazione.