News

Check out market updates

Bioedilizia in Abruzzo: case prefabbricate in acciaio, antisismiche per eccellenza

Idea Building costruisce in Abruzzo case prefabbricate e antisismiche in acciaio, tra le migliori presenti sul mercato.

Nell’era della quarta rivoluzione industriale, meglio nota come 4.0, stanno prendendo sempre più piede delle tecniche moderne, in ingegneria, architettura e, soprattutto, edilizia. Negli ultimi tempi stiamo infatti assistendo ad un aumento delle abitazioni prefabbricate, in legno o in acciaio, che consentono di avere numerosi vantaggi, sia a livello di comfort (interno ed esterno) che di risparmio sui costi di costruzione e di mantenimento, oltre a garantire una sicurezza decisamente più elevata in caso di calamità naturali.

La diffusione delle case prefabbricate, comprese quelle in bioedilizia, è ormai piuttosto radicata in alcuni degli Stati più industrializzati, come gli Stati Uniti, che spesso devono fronteggiare le grosse problematiche che derivano ad esempio da uragani, terremoti e violente tempeste. In Italia le case prefabbricate stentano ancora a decollare, anche se negli ultimi tempi si registra un interesse maggiore e un incremento della richiesta. Probabilmente, a spingere la popolazione verso questa soluzione sono stati anche gli eventi sismici dell’ultimo decennio, alcuni di portata apocalittica come il terremoto del 6 aprile 2009 che ha devastato L’Aquila e il suo comprensorio, altri con un impatto meno devastante ma comunque portatori di danneggiamenti significativi, come i sismi del 2016 (Amatrice, Visso, Norcia) che hanno causato grossi problemi anche in Abruzzo, precisamente nel teramano.

Proprio nella regione abruzzese stanno aumentando le costruzioni prefabbricate in bioedilizia, che consentono una maggiore protezione antisismica. La struttura costruita in acciaio è dotata di una straordinaria elasticità, che consente di dissipare l’energia prodotta dal terremoto: la casa oscilla ma si comporta efficacemente, garantendo quindi l’incolumità di chi la abita. Una caratteristica che in un territorio come quello abruzzese, dove sono presenti molte faglie dal potenziale estremamente pericoloso, può giocare un ruolo fondamentale.

L’antisismicità, quindi, è la peculiarità per chi ha intenzione di costruire una casa prefabbricata in bioedilizia in Abruzzo (e non solo). Tuttavia non è l’unico fattore che rende queste abitazioni preferibili rispetto a quelle costruite con le tecniche più datate, come ad esempio il cemento armato. Un’altra grandiosa proprietà è infatti la resistenza ai forti venti, grazie alla presenza di sistemi di fissaggio speciali in acciaio.

Inoltre, la casa prefabbricata in bioedilizia è costruita con materiali naturali (legno in primis, ma anche molti altri) che si armonizzano perfettamente con l’ambiente risultando anche assolutamente non nocivi per l’uomo. In una regione come l’Abruzzo, una delle più verdi d’Europa, l’utilizzo di materiali naturali è certamente un plus molto importante. Inoltre i materiali naturali che costituiscono l’interno e l’esterno delle case in bioedilizia, oltre a garantire un elevato comfort, non richiedono manutenzione, perché il legno è trattato per resistere alle intemperie e agli agenti atmosferici e l’acciaio è inattaccabile da parte di microrganismi e dura in eterno.

Come accennato in precedenza, un altro fattore di spessore è il notevole risparmio energetico. La combinazione di materiali eco compatibili utilizzati per la realizzazione delle pareti, del tetto e dei solai riescono a far sì che l’intera struttura sia isolata dal punto di vista termo-acustico rispetto all’ambiente esterno. Questo significa che durante l’inverno (molto rigido in tutto l’Abruzzo interno), la perdita di calore sarà davvero minima, mentre d’estate la casa prefabbricata si manterrà fresca.

Infine, l’enorme vantaggio delle case prefabbricate in bioedilizia è senz’altro quello dei costi, che sono decisamente più bassi rispetto alle abitazioni costruite con i metodi tradizionali. Tanto per cominciare, i tempi di realizzazione sono estremamente rapidi: si va dai 3 ai 6 mesi, grazie soprattutto al pre-assemblaggio delle pareti che viene svolto in azienda. Tutto ciò implica un costo di cantiere davvero irrisorio, dato che la tempistica dei lavori è minima, così come il trasporto e lo stoccaggio, e tutte quelle spese necessarie per garantire le giuste condizioni di lavoro agli operai, come quelle che riguardano l’approvvigionamento di acqua e luce.

Più complicato è invece trovare l’impresa edile davvero qualificata per realizzare una casa prefabbricata in bioedilizia a regola d’arte, ma lo sforzo sarà di certo ripagato dai numerosi vantaggi che questo tipo di costruzione potrà offrire ai suoi abitanti.