News

Check out market updates

Bioedilizia in Lombardia: le case prefabbricate in acciaio stanno prendendo piede

Idea Building propone in Lombardia soluzioni in bioedilizia in acciaio.

Non solo sicurezza e protezione da eventuali calamità naturali, ma anche gusto estetico, il giusto comfort, la ricerca dei necessari spazi vitali e tutto ciò che concerne il “vivere” in serenità all’interno della propria abitazione e in piena armonia con l’ambiente circostante, anche tramite l’utilizzo di energie rinnovabili. Se poi è possibile puntare ad una soluzione abitativa che presenti tutte queste straordinarie caratteristiche senza dover nemmeno svuotare il portafogli (anzi!), si capisce come ormai la diffusione di questa tipologia di costruzione, spesso prefabbricata, cominci a diventare davvero importante.

Per chi non l’avesse ancora capito, stiamo parlando delle case in bioedilizia, che molti hanno già ribattezzato le “case del futuro”, proprio perchè strutturate con quelle peculiarità a cui facevamo riferimento poco sopra. Più che di case del futuro, si dovrebbe parlare di case del presente, dato che in paesi come gli Stati Uniti e il Canada le case in bioedilizia sono gettonatissime e stanno pian piano rosicchiando consensi (e clientela) alle costruzioni realizzate con le vecchie tecniche, in primis cemento armato e muratura.

Oltre a USA e Canada, si registra un interesse sempre più crescente anche in altri Paesi dove tecnologia e innovazione sono largamente considerate e sostenute: un esempio sono i Paesi scandinavi, dove le case prefabbricate stanno riscuotendo sempre più successo, proprio per i vantaggi evidenti e tangibili che riescono a garantire rispetto alle precedenti tecniche di costruzione. Ma quali sono questi fattori che portano sempre più persone ad optare per una casa in bioedilizia?

Prima di tutto, la grandissima caratteristica delle strutture in bioedilizia, ed in particolare di quelle realizzate con l’acciaio, è l’eccellente antisismicità. Questo materiale riesce a garantire la giusta elasticità all’intera struttura in caso di scossa sismica anche molto forte, andando a “dissipare” l’energia prodotta dal terremoto e, di conseguenza, preservando l’incolumità di chi si trova all’interno dell’abitazione. Un aspetto che chiaramente diventa di grandissimo rilievo in un paese come l’Italia, spesso funestato da eventi sismici anche di portata distruttiva.

La possibilità di incorrere in terremoti molto potenti sta facendo ragionare anche la popolazione della Lombardia, una regione non ad altissimo rischio sismico, rispetto ad esempio alle regioni del sud, ma comunque non ‘immune’ ad eventuali fenomeni di media portata. Per questo, sempre più persone che vivono in Lombardia stanno scegliendo le case in bioedilizia, che permettono di vivere in serenità, con la garanzia dell’antisismicità.

Ma è tutto qui? Certo che no, perchè le case in bioedilizia sono dotate anche di altre caratteristiche di notevole importanza, a cominciare dal comfort e dal benessere in ogni angolo della casa grazie anche alla capacità dell’acciaio di “armonizzarsi” con qualsiasi materiale, anche di pregio. In più, come accennavamo prima, queste soluzioni abitative sfruttano le energie rinnovabili, risultando molto rispettose dell’ambiente circostante e praticamente non impattanti. La casa in bioedilizia garantisce un notevole risparmio energetico, grazie alla combinazione di materiali eco compatibili utilizzati per la realizzazione delle pareti, del tetto e dei solai, che facilita e rende quindi possibile ed efficace un gradevole isolamento termo-acustico di altissimo livello (perdita di calore prossima allo zero durante il periodo invernale e piacevole raffrescamento durante il periodo estivo).

Infine non si può non sottolineare la tempistica di realizzazione delle case in bioedilizia, che è davvero molto più bassa rispetto alle abitazioni in cemento armato o muratura, dove un cantiere può durare anche due o tre anni. Per completare la struttura in bioedilizia “chiavi in mano”, invece, si va da un minimo di tre ad un massimo di sei mesi. Inoltre, grazie alla fase di pre-assemblaggio, che viene svolta precedentemente in azienda, le pareti giungono in cantiere già sviluppate, e dovranno soltanto essere montate e agganciate. Tutto ciò comporta chiaramente un grosso risparmio complessivo, dato che i costi di cantiere vengono pesantemente ridotti: pensiamo solo alle utenze, ma anche alla poca movimentazione.