News

Check out market updates

Prezzi case prefabbricate a Torino

Idea Building costruisce case prefabbricate a Torino

La tecnologia sta compiendo passi da gigante. Lo vediamo praticamente in tutti i settori, a cominciare da quelli che riguardano i dispositivi elettronici, come gli smartphone mobile, i tablet, i computer e via dicendo. Tuttavia, le sempre più frequenti innovazioni stanno investendo anche altri campi: un esempio lampante è quello dell’edilizia, che sente maggiormente il bisogno di modernizzazione con sguardo al futuro. Rispetto ai tempi passati, le esigenze degli utenti stanno cambiando a vista d’occhio, e le vecchie tecniche di costruzione non sembrano più in grado di rispondere a queste necessità, né tantomeno si dimostrano all’altezza delle nuove sfide.

Negli Stati Uniti, ma anche in altri Paesi a vocazione industriale e tecnologica come il Canada e gli stati del Nord Europa, stiamo assistendo ad un aumento di richieste di case prefabbricate, abitazioni realizzate non più con cemento armato o in muratura, ma bensì con materiali dalle proprietà straordinarie come il legno e l’acciaio. Se le strutture in legno godono già di una certa considerazione da alcuni anni, le abitazioni in acciaio stanno lentamente vincendo le iniziali diffidenze, che si basavano sull’effettiva resistenza e sul riuscire a garantire un certo comfort.

Negli ultimi tempi, la tendenza a volersi dotare di una casa prefabbricata sta diventando più marcata anche in Italia. D’altronde, l’acciaio riesce a conferire a queste strutture delle caratteristiche che le tecniche di costruzione utilizzate fino ad oggi sono ben lontane dal garantire. Uno degli aspetti più evidenti su questo fronte è certamente l’antisismicità, un tema che per la popolazione italiana è particolarmente sentito. Di recente abbiamo assistito ad eventi sismici molto intensi, che hanno prodotto un grande numero di vittime e danneggiato pesantemente il patrimonio edilizio delle zone colpite: ecco perchè vivere in totale sicurezza è diventata una priorità.

Le case in acciaio partono proprio da questo aspetto così peculiare. L’acciaio, infatti, è un materiale che conferisce all’intera struttura una strepitosa elasticità, garantendo un comportamento eccezionale in caso di terremoto (anche molto forte): l’energia prodotta dal sisma viene sostanzialmente “dissipata”, impedendo di arrecare danni all’edificio e preservando l’incolumità di chi si trova all’interno. Va da sé che questa caratteristica è quella più importante per l’utente italiano: anche a Torino, sebbene non sia considerata una zona ad alto rischio sismico, si nota una crescita di richieste per questa soluzione abitativa.

Naturalmente, le case in acciaio sono particolarmente gettonate anche per molti altri dettagli che le rendono “uniche”. In primis, va sottolineato il ridottissimo impatto ambientale, con l’acciaio che riesce ad “armonizzarsi” perfettamente con l’ambiente circostante. Inoltre, l’eccellente coibentazione fa sì che la struttura rimanga calda nei mesi invernali e fresca in quelli estivi: questo è un fattore che comporta anche un deciso risparmio energetico, che è però determinato soprattutto dalla possibilità di sfruttare le energie rinnovabili, come ad esempio i pannelli solari.

Ma è vero che le case prefabbricate in acciaio costano troppo? Questo stereotipo è piuttosto diffuso, ma non corrisponde al vero. Va anzitutto precisato che i tempi di realizzazione di un edificio prefabbricato sono molto più bassi rispetto a quelli in cemento armato: per completare una casa in acciaio servono dai 3 ai 6 mesi, con conseguente grosso risparmio sulle spese di cantiere.

Oltre a questo aspetto, va tenuto conto che il prezzo complessivo di una casa prefabbricata in acciaio non è così elevato. Normalmente, le ditte che realizzano queste soluzioni abitative propongono due modalità: il “grezzo avanzato”, con la consegna all’utente della struttura completa di tetto, coibentazione, esterni, e certificati, completamente pertinente a quelle che erano le richieste iniziali, e “chiavi in mano”, che invece prevede l’aggiunta di tutta una serie di dettagli come la compartimentazione interna, l’installazione dell’impianto elettrico e di quello termoidraulico, i sanitari e altro ancora.

Nel primo caso, i prezzi variano dagli 800 ai circa 1000 euro al metro quadro. Per le case prefabbricate “chiavi in mano” serve spendere qualcosina in più: il “range” è compreso tra i 1600 e i 1800 euro al metro quadro. Facendo due conti, una casa prefabbricata in acciaio  di 120 metri quadri a Torino può costare tra i 96.000 euro e i 120.000 euro se al “grezzo avanzato”; se invece la si vuole “chiavi in mano”, difficilmente si va sotto i 200.000 euro.