News

Check out market updates

Vantaggi degli impianti di ventilazione meccanica controllata

Le case ecocompatibili stanno acquisendo sempre più spazio nel mondo dell’edilizia. Si basano su tecniche costruttive all’avanguardia e sull’uso di materiali dalle eccezionali proprietà.

Un’esigenza che sta diventando sempre più forte anche nel nostro paese, dove alcune caratteristiche delle case ecocompatibili sono assolutamente imprescindibili per vivere in luoghi comfortevoli rispettando a pieno anche tutte le normative ambientali.

L’antisismicità è certamente il fattore principale, quello che spinge sempre più persone ad interessarsi a queste soluzioni abitative, caratterizzate da un materiale come l’acciaio che riesce a conferire all’intera struttura un’elasticità tale da riuscire a dissipare l’energia prodotta dal sisma, preservando la stabilità dell’edificio e l’incolumità di chi lo abita. Tuttavia, oltre alle proprietà antisismiche che giocano ovviamente un ruolo centrale, le case ecocompatibili sono sempre più considerate anche per altre qualità, a cominciare dall’elevatissimo rispetto per l’ambiente.

E’ proprio il risparmio energetico uno degli aspetti più interessanti delle abitazioni in bioedilizia, che consentono di sfruttare le energie rinnovabili come i pannelli solari, garantendo così anche un notevole risparmio sulla bolletta. Proprio sul recupero energetico si stanno studiando delle soluzioni ancora più efficaci e innovative, da poter adattare perfettamente alle case ecocompatibili. Un esempio sono gli impianti di ventilazione meccanica controllata, che riescono a soddisfare ogni fabbisogno energetico e qualsiasi esigenza che riguarda la climatizzazione degli ambienti.

Questi impianti di ventilazione rispondono perfettamente alle recenti normative imposte dall’Unione Europea riguardo la realizzazione di edifici a bassissimo impatto ambientale. L’efficientamento energetico è una delle richieste principali nel mercato edile, e naturalmente anche nel settore della bioedilizia: gli impianti di ventilazione meccanica controllata (VMC) contribuiscono ad un sensibile miglioramento del comfort della casa ecocompatibile, dato che riuscire a respirare aria non inquinata da muffe e batteri di ogni tipologia ha un impatto gigantesco nella vita all’interno dell’appartamento, in termini di salute e benessere.

Il funzionamento è molto semplice. Con la VMC avviene il classico ricambio dell’aria con l’ambiente esterno senza che subentrino sprechi a livello energetico (in modo controllato, per l’appunto). L’aria esterna, adeguatamente filtrata e “pulita” dagli agenti inquinanti, viene introdotta nell’abitazione per mezzo di dispositivi specifici. In seguito, quando l’aria avrà “assorbito” gli inquinanti interni, verrà espulsa all’esterno: un meccanismo di grandissimo livello, che consente di respirare aria buona e di proteggersi dall’umidità senza sprecare energia.

Sebbene esistano più tipologie di impianti di ventilazione meccanica controllata, la più diffusa è quella a flusso semplice autoregolabile, probabilmente per via della sua maggiore praticità anche perchè caratterizzata da un costo più basso. Viene solitamente utilizzata per aumentare la qualità dell’aria in luoghi piuttosto “difficili”, come i bagni e la cucina. Il flusso di aria in ingresso viene mantenuto costante grazie a delle bocchette, normalmente posizionate in alto, che consentono la “comunicazione” con l’esterno: una volta assorbiti tutti gli inquinanti di bagno e cucina, l’aria verrà espulsa fuori tramite le bocchette.

Un’altra tipologia di impianto di ventilazione meccanica controllata è quella igroregolabile, che è praticamente identica a quella autoregolabile. L’unica differenza è dettata dalla presenza di sensori che rilevano i livelli di umidità ambientale: il flusso d’aria viene regolato a seconda se questi livelli sono alti o bassi. Infine, c’è la tipologia “a doppio flusso”, che prevede due canali per l’aria, uno per farla entrare e l’altro per espellerla: il vantaggio dell’avere anche il canale di uscita è quello di riuscire a recuperare il “calore” quando l’aria viene espulsa, evitando anche in questo caso uno spreco dal punto di vista energetico.

In sostanza, con gli impianti di ventilazione meccanica controllata si riesce ad assolvere ad un certo numero di compiti utilizzando una sola macchina ventilante. Inoltre, a prescindere da quale tipo di temperatura ci sia all’interno dell’ambiente, questo particolare impianto di ventilazione è l’ideale per ridurre sensibilmente i consumi.